thumbnail Ciao,

Moratti piazza la stoccatina al ringalluzzito Berlusconi: "Ha detto che il Milan quest'anno può vincere scudetto e Champions? Fa bene a dirlo, domenica si vota..."

Il presidente dell'Inter conferma la sua fiducia a Stramaccioni, ma nel contempo lo sprona a fare meglio: "Non è in discussione, metta sacrificio e responsabilità...".

Silvio Berlusconi vola altissimo dopo il 2-0 al Barcellona? Massimo Moratti lo fa secco con una battuta rilasciata a margine dell'incontro in 'Gazzetta' per commemorare l'ex direttore Cannavò.

"Il nostro obiettivo resta la Champions. Berlusconi ha detto che il Milan quest'anno può vincere Scudetto e Champions? Non l'ho sentito ma fa bene a dirlo, domenica si vota... - è la stilettata del presidente dell'Inter ai microfoni di 'Sky' - Hanno giocato in maniera molto intelligente, non concedendo occasioni al Barça".

Moratti si sofferma poi sulla bella prova dei nerazzurri ieri a Cluj, con annessa qualificazione agli ottavi di Europa League: "Ieri sera è stata interessante come partita, abbiamo avuto risposte positive anche sul piano morale. Poi la gara di domenica prossima dà tensione, aspettiamo tutti questa partita. Cosa chiederò ai ragazzi? Di giocarla con tutta l'attenzione e l'orgoglio possibili, ma soprattutto di considerare che è una partita importante per la classifica".

Il derby è sempre il derby, Moratti suona la carica: "Dopo la partita giocata ieri sera, noi saremo più stanchi domenica, ma cercheremo di non sentire la stanchezza. Se mi aspetto un regalo per i 18 anni dell’Inter? Mi aspetto solo che giochino una bella partita...".

Quanto a chi sia favorito, il patron nerazzurro la buttà lì, tra il serio e il faceto: "Il Milan è favorito, anzi, è superfavorito... Non lo dico per scaramanzia ma perchè ha appena battuto il Barcellona, non lo dico con ironia ma con convinzione. Il Milan è favorito anche se poi di solito vince il derby chi non lo è... Fondamentale sarà lo spirito, c'è stanchezza ma è superabile con orgoglio e grinta. Ai ragazzi chiedo di giocarla con tutta l'attenzione possibile e con l'orgoglio della maglia perchè è importante anche per la classifica".

Il numero uno interista ribadisce poi la sua fiducia in Stramaccioni, mandandogli tuttavia un messaggio tra le righe... "Non è in discussione, con un po' di sacrificio e responsabilità può farsi un'esperienza importante all'Inter. L'infortunio di Ranocchia? Non lo so, erano un po' preoccupati, vedremo oggi dopo le visite".

Sullo stesso argomento