thumbnail Ciao,

Il centrocampista olandese, ex Milan e Barcellona, come i suoi vecchi compagni è convinto che Messi segnerebbe molto meno nella Serie A italiana rispetto a quanto fa nella Liga.

Ieri il Milan ha brillantemente vinto contro il Barcellona in Champions League e oggi il centrocampista olandese Mark Van Bommel, ex sia dei rossoneri che dei blaugrana, ha ricordato la sua avventura in Spagna e Italia, rivelando anche un gustoso retroscena su ciò che nello spogliatoio del Milan si pensava su Messi.

"Al Barcellona ho avuto un grande anno, ma quello al Milan è stato per me un periodo straordinario - ha detto Van Bommel al giornale olandese Algemeen Dagblad - Forse, è stato dovuto al modo in cui mi sono adattato al club e al campionato italiano".

"Quando arrivai al Barça ero sono un calciatore proveniente dal PSV - ha proseguito il centrocampista olandese - Quando sono arrivato al Milan, invece, avevo già un nome. Non solo come calciatore, ma anche come uomo al Milan ho vissuto un grande periodo".

Van Bommel, poi, ha rivelato che durante il suo periodo milanese, nello spogliatoio rossonero si parlava anche di un eventuale approdo in Italia del fenomeno argentino del Barcellona, Lionel Messi e se sarebbe riuscito a segnare, come fa regolarmente nella Liga, più o meno di 30 goal nel campionato di Serie A.

"Tre quarti dei miei compagni affermavano che Messi non sarebbe arrivato ai 30 goal - ha detto - E anch'io sono di quell'opinione. In Serie A c'è un approccio molto diverso al calcio rispetto alla Liga. Il fatto che solo lo scorso anno Messi abbia segnato il suo primo goal contro un club italiano la dice lunga".

Sullo stesso argomento