thumbnail Ciao,

Il presidente dell'AIC esprime soddisfazione per l' elezione di Giancarlo Abete nella nuova Giunta del Coni. Sui calendari: "In agosto il problema si può risolvere".

Nella giornata di ieri Giovanni Malagò è stato eletto nuovo presidente del Coni. Della Giunta esecutiva del Coni farà parte anche il riconfermato Giancarlo Abete.Il presidente dell' AIC, Damiano Tommasi, ai microfoni di 'Sky Sport 24', ha ha commentato con grande entusiasmo l'esito delle votazioni:

"La presenza di Abete all' interno della nuova Giunta del Coni è un'ottima notizia, rappresenta un movimento di cui non si puo' non tenere conto. Lo sport deve avvalersi della popolarita' e della forza propulsiva del calcio".

Il calcio, però, ha ancora troppe cosa da fare per migliorare. Tra gli altri problemi Tommasi ne sottolinea due, in particolare: le aggressioni subite dai calciatori nei campionati minori e le scommesse: "Sono tante le aggressioni subite dai calciatori nei campionati minori dopo le sconfitte a causa di pseudo tifosi. Anche ieri sera c'è ne è stata una ad Acireale. Punire fisicamente un giocatore è un'assurdità che solo in Italia si può dare per scontato".

"Lo sport prevede vincitori e vinti - ha continuato il presidente dell' AIC - poi il problema delle scommesse non certo aiuta perchè a volte le aggressioni sono non per un risultato mancato ma per un risultato voluto. Stiamo lavorando con l'Osservatorio per monitorare da vicino questa situazione".

Il fenomeno delle scommesse è grave e radicato, ma non coinvolge solo il calcio: "E' un problema trasversale a tutti gli sport, in Francia i maggiori problemi sono legati alla pallamano, in Inghilterra ci sono stati calciatori squalificati per aver scommesso su corse truccate di cavalli". 

Ultimamente, al centro del dibattito ci sono stati gli impegni troppo ravvicinati previsti dal calendario: "I calendari li fa la Lega - ha chiosato l' ex centrocampista della Roma - è il luogo dove le 20 società si trovano a discutere e se sono fatti così è perchè questo è l'accordo che è stato trovato".
 
"Il problema si può risolvere in agosto -
ha concluso - pensando a una sosta più lunga in inverno e limitando i turni infrasettimanali. Ma questo lo si pùò fare solo sentendo gli altri rappresentanti del mondo del calcio".

Sullo stesso argomento