thumbnail Ciao,

L'attaccante preso dai toscani nel calciomercato invernale ha avuto un ottimo impatto con il campionato italiano, con 4 goal in 3 gare: "Conta soltanto la salvezza del Siena".

Innocent Emeghara è l'uomo del momento in casa Siena. L'attaccante nigeriano di passaporto svizzero ha avuto un impatto devastante con il calcio italiano, segnando 4 goal in 3 gare. Mano destra fasciata, residuo del match contro la Lazio ("Non stringerla forte che mi fa male") la punta si è raccontata in un'intervista esclusiva alla 'Gazzetta dello Sport'.

"Sono emigrato in Svizzera da ragazzino. - ha detto - Ho raggiunto mia madre a Zurigo e ho cominciato a giocare. Amo la Nigeria, il mio Paese, ma in Svizzera sono cresciuto, ho studiato Business Administration, ho imparato il tedesco e sono diventato adulto. Amo la Nigeria ma devo tanto alla Svizzera e sono orgoglioso di giocare per la Nazionale del Paese che mi ha accolto".

La passione per il calcio ha origini lontane. "Se adesso guardo e riguardo movimenti e colpi di Messi - ha rivelato - da bambino ero incantato da Ronaldo. Per quanto riguarda i calciatori nigeriani, i miei punti di riferimento sono stati Jay Jay Okocha, Oba Oba Martins e Nwankwo Kanu".

Le premesse di una buona stagione per l'attaccante ci sono tutte, ma lui pensa solo alla squadra. "Non è importante il numero di goal che segnerò. - ha affermato - E' invece fondamentale che siano goal in partite vittoriose. Prima di tutto per me viene la salvezza del Siena".

Anche al futuro Emeghara, arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Lorient, preferisce per il momento non pensarci. "Vivo il presente - ha concluso - il futuro viene dopo. Per me adesso conta soltanto il Siena".

Sullo stesso argomento