thumbnail Ciao,

Lo slovacco vittima di una violenta aggressione al termine del match contro la Sampdoria, ora Napoli si interroga sulla spirale di violenza che ha colpito il club azzurro.

Il giallo si infittisce e Napoli comincia seriamente a interrogarsi su cosa stia accadendo intorno ai giocatori azzurri. L'aggressione subita da Marek Hamsik al termine del match pareggiato contro la Sampdoria è stata infatti molto più inquietante di quanto percepito nell'immediato post-gara.

Dall’interrogatorio di Marek Hamsik, svoltosi in Procura, alla presenza dei pm Ardituro, Capuano, De Simone e Ranieri coordinati dal procuratore aggiunto Melillo, emerge infatti come il centrocampista slovacco sia stato vittima di qualcosa in più di una semplice rapina. La particolare aggressività dell'azione criminale, culminata con il cazzotto in pieno viso sferrato allo slovacco, rende maggiormente plausibile l'ipotesi di un atto intimidatorio ampiamente premeditato.

Lo scontro fisico sarebbe avvenuto peraltro dopo che il rapinatore aveva già rotto il vetro dell'auto di Hamsik, strappando al campione azzurro il Rolex e senza che il ragazzo opponesse alcuna resistenza. Violenza pura insomma.

Ieri i magistrati hanno analizzato attentamente le riprese del misfatto per assicurare al più presto alla giustizia i responsabili. Alla rapina avrebbero partecipato non solo i tre in sella allo scooter, che poi sono entrati in azione, ma anche altri due che,  sempre in sella ad uno scooter, avrebbero riconosciuto all'interno dell'abitacolo il calciatore del Napoli.

Uno dei due avrebbe salutato Hamsik, segno questo che avrebbe dato il via ai tre complici. Cinque rapinatori sono però decisamente troppi per lo scippo di un Rolex e fanno propendere gli inquirenti per la pista dell'intimidazione criminale.

A spargere ulteriori nubi sulla vicenda arriva la notizia che stamattina lo slovacco - ieri regolarmente convocato - non è partito per la trasferta di Europa League a Plzen, dove il Napoli è chiamato ad una difficilissima rimonta dopo lo 0-3 dell'andata. Ufficialmente la motivazione è un virus influenzale che avrebbe colpito Hamsik nelle ultime ore.

Intanto i bookmakers esteri, abituati a scommettere proprio su tutto, hanno fissato le quote sulle possiibili prossime vittime dei malviventi. In testa  il Matador Cavani, Inler e Gamberini, quotati a 2.50. A 5.00 ecco Behrami, Dzemaili e El Kaddouri. Ma a Napoli adesso c'è davvero poca voglia di scommettere, la squadra si gioca lo Scudetto e quello attuale non sembra di certo il miglior clima in cui preparare la volata tricolore.

Sullo stesso argomento