thumbnail Ciao,

Il difensore dell'Udinese, squalificato per la prossima partita, attribuisce alla sfortuna la debacle di Genova e trasmette fiducia in vista della partita in casa contro il Napoli.

Dopo la sfortunata sconfitta in trasferta cotro il Genoa, il difensore dell'Udinese, Gabriele Angella, torna sugli obiettivi e le aspirazioni della compagine friuliana per questo campionato: "Intanto arriviamo a 40 punti, manca poco, solo dopo potremo pensare ad altro. Contro il Genoa non meritavamo la sconfitta, abbiamo avuto delle occasioni importanti almeno per pareggiare, loro sono entrati in campo più cattivi e con più voglia di ottenere i tre punti".

Sulla doppia identità dell'Udinese, fortino invalicabile in casa e squadra senza carattere fra le mura nemiche: "Il fatto che giochiamo meglio in casa piuttosto che in trasferta non penso sia un problema di personalità, credo sia una questione di gioventù: quando capiremo i nostri mezzi, le cose cambieranno. In ogni caso stiamo facendo un buon campionato e ora vogliamo fare bene lunedì".

Il calciatore ex-Empoli, rivelazione di questo campionato in maglia bianconera, non ci sarà per la prossima gara in casa contro il Napoli, ma ha voluto comunque caricare i suoi: "Comunque noi cerchiamo sempre di vincere e di fare una grande partita, con il Napoli sarà dura ma contro di loro spesso facciamo buone prestazioni; peccato solo che non potrò esserci perchè squalificato".

Sullo stesso argomento