thumbnail Ciao,

Lo slovacco è soltanto l'ultimo di una lunga serie di calciatori presi di mira. I pm credono che dietro ci sia dell'altro. E spunta anche l'ipotesi scommesse.

L'ipotesi, ora, è quella di intimidazione. Quello subìto da Marek Hamsik al termine della partita del Napoli con la Sampdoria potrebbe non essere un semplice scippo, o perlomeno su questo indaga il pool di magistrati partenopei che si stanno occupando dei 'reati da stadio'. E che ora cercano di trovare un po' di luce nel buio di una situazione intricata.

Quella di cui è stato fatto oggetto il calciatore domenica, all'uscita dal San Paolo, mentre si apprestava ad andare a prendere la moglie all'aeroporto, non sarebbe dunque una rapina come le altre. Al contrario, rientrerebbe in una logica di intimidazione della squadra e della società, come ipotizzano i sostituti Ardituro, Capuano e De Simone, coordinati dal procuratore aggiunto Giovanni Melillo.

In effetti, la lista dei giocatori azzurri minacciati e derubati inizia ad allungarsi. Lo stesso Hamsik aveva già perso un rolex. Ma nell'elenco rientrano pure Zalayeta, narcotizzato in casa, e poi Russotto e Navarro. Senza contare le consorti: quella di Cavani (che in un'altra occasione si è pure trovato la casa svaligiata), di Fideleff, Lavezzi, Aronica e dello stesso Hamsik.

Ciò che ha indirizzato gli inquirenti verso l'ipotesi intimidazione è il fatto che tutti gli oggetti rubati sono stati costantemente recuperati. Segno, forse, che non è mai stata la rapina in sé l'obiettivo dei malviventi. Ma che i calciatori sono stati presi di mira per altri motivi. Inoltre, un altro indizio è che i rapinatori sapevano benissimo che nell'auto che hanno preso di mira c'era Hamsik.

Lo slovacco, intanto, nonostante lo spavento provato domenica pomeriggio e le dure parole della sorella Miska su Twitter ("È uno schifo") ha cercato di minimizzare la situazione: "È la terza volta che mi accade da quando sono qui, ma comunque non è nulla di che. Sono disagi che purtroppo appartengono a Napoli". Ma che, secondo i magistrati, potrebbero rappresentare qualcosa di più rispetto a semplici furti.

A dare un altro senso alla rapina subita da Hamsik potrebbe esserci anche un'ipotesi scommesse. Secondo quanto afferma il 'Mattino', nelle ultime settimane le puntate relative al Napoli sarebbero state monitorate costantemente e con attenzione. Al momento, però, nessun filone d'indagine è stato aperto.

Sullo stesso argomento