thumbnail Ciao,

L'idea del deputato, amico di Cellino, è quella di diventare per qualche giorno assessore allo sport del comune di Quartu. "Lo stadio dev'essere utilizzato senza se e senza ma".

Il tormentone relativo a Is Arenas, scoppiato nuovamente prima della gara tra Cagliari e Milan, pare destinato a durare ancora a lungo: pure il match dei rossoblu contro il Torino è a forte rischio. Ma se il comune di Quartu non vuole firmare l'autorizzazione per l'utilizzo dell'impianto, qualcun altro è disposto a farlo.

Si tratta del deputato Mauro Pili, amico personale del presidente Massimo Cellino (venerdì è andato a recargli conforto in carcere), il quale ha postato sul proprio profilo Facebook un messaggio in cui si dice pronto ad assumersi la responsabilità di firmare la deroga che consentirebbe alla gara di disputarsi a Quartu Sant'Elena.

Ecco il post di Pili: "Lo Stadio di Is Arenas si deve utilizzare senza se e senza ma. Se il clima che si sta generando, a seguito dell'inchiesta, rende comprensibilmente difficile agire sul piano amministrativo sono pronto personalmente ad assumermi la responsabilità della firma dell'autorizzazione".

In che modo? Venendo nominato per qualche giorno assessore del comune quartese, in modo da avere la possibilità di firmare l'agibilità dell'impianto almeno per la sfida di domenica coi granata. Ecco, infatti, come continua l'inconsueta idea di Pili.

"Sono convinto che la politica debba assumersi la responsabilità della vicenda. Se il Vice Sindaco di Quartu ritenesse necessario accetterei di essere nominato temporaneamente per qualche giorno all'assessorato competente per gli impianti sportivi e firmare senza nessuna remora l'autorizzazione. Rinunciando alla stessa pseudo immunità parlamentare."

Sullo stesso argomento