thumbnail Ciao,

Fiorentina, dna da grande grazie a Montella: "Siamo in corsa per la Champions, ma dobbiamo vincere anche senza strameritare"

A margine della consegna della Panchina d'Oro ad Antonio Conte, il tecnico dei viola ha parlato della situazione di classifica: "Portiamo avanti l'obiettivo, dna da grande".

Inter devastata sotto i colpi di una Fiorentina scintillante: i viola tornano alla grande in corsa per il terzo posto, distante appena due lunghezze in attesa del posticipo che vedrà la Lazio sfiderà il Siena all'Olimpico. Dopo un 4-1 così, però, nulla è impossibile.

"La squadra ha un Dna da grande, altrimenti non si dà una risposta come quella di ieri, in un momento di qualche mugugno attorno a noi" le dichiarazioni di mister Vincenzo Montella a margine della premiazione di Antonio Conte alla Panchina d'Oro.

L'Inter deve ripartire, in trasferta è dato horror: "Non so se la nostra vittoria li ha messi in crisi. Avevano dimostrato di essere in condizione, facendo anche dei buoni risultati. Hanno grandi giocatori, ma sono in fase di costruzione".

Il terzo posto non è utopia: "Siamo in corsa per qualsiasi cosa. Sembra che una delle prime sette debba stare anche fuori dalle coppe, quindi è tutto aperto. Il nostro obiettivo lo stiamo portando avanti con convinzione, di certo abbiamo quasi sempre giocato meglio dei nostri avversari. Il prossimo passo sarà quello di vincere anche senza strameritare".

Della Valle ha elogiato Montella per il gioco espresso: "Lo ringrazio. Sono i dettami che abbiamo da inizio anno, quelli di essere sempre prima propositivi e poi anche vincenti. Il presidente ha dato un segnale importante, di massima trasparenza e serenità per un allenatore".

Sullo stesso argomento