thumbnail Ciao,

Marotta giustifica così il ko di Roma e se la prende ancora con la Lega: "Il campionato italiano è più duro degli altri, si tutelino i club impegnati in Europa"

L'amministratore delegato bianconero ha voluto ancora una volta tirare in ballo la Lega per quanto riguarda la redazione dei calendari per le squadre impegnate in Europa.

Dopo la sconfitta contro la Roma torna a parlare anche l'amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta. Il quale ha voluto, come ha fatto Conte nel post-partita di sabato, richiamare l'attenzione della Lega sugli impegni europei delle squadre italiane, ed ha anche parlato degli obiettivi stagionali della squadra piemontese.

"Credo che in futuro la Lega dovrebbe perseguire come uno dei suoi obiettivi primari quello di fare maggiore attenzione agli impegni delle squadre impegnate in Europa. Rapporti cattivi con la Fiorentina? Sono soltanto delle dicerie, non abbiamo cattivi rapporti nè con la Fiorentina nè con altri club".

Poi il discorso si è spostato sulla prestazione della squadra all'Olimpico: "Il nostro è un gruppo giovane che sta crescendo. Molti dei giocatori della rosa non sono abituati, per loro è la prima volta, a giocare al contempo due diverse competizioni. Ma è una cosa alla quale ci dovremo abituare, anche perchè negli altri campionati europei c'è meno difficolta rispetto a quello italiano".

Marotta ha poi concluso: "Sono sicuro che Conte alla ripresa degli allenamenti saprà riprendere in mano la situazione. Continuiamo chiaramente ad essere convinti di avere a disposizione dei mezzi importanti per poter raggiungere ancora dei successi, anche in questa stagione. Siamo la Juventus, dobbiamo lottare e cercare di vincere ogni competizione alla quale partecipiamo".

Sullo stesso argomento