thumbnail Ciao,

Il club giallorosso è intenzionato a prolungare di un anno l'attuale contratto, che scade nel 2014. In futuro Totti diventerà dirigente: ma in un futuro che non sembra vicino...

Quel siluro a 113 chilometri orari infilato nella porta dell'amico Buffon, trafitto per la decima volta in carriera, ha avuto un'eco mondiale. E' proprio il caso di dirlo, visto che all'indomani della prodezza con cui ha steso la capolista, Francesco Totti è stato celebrato sulla stampa di mezzo mondo, meritandosi elogi a tutto spiano.

In Spagna, dove da tempo hanno un debole per il capitano della Roma, quel goal è stato definito come uno "zapatazo", ovvero una scarpata terrificante. Per 'L'Equipe' è stato "un colpo di cannone", per 'Yahoo Sports' "un meteorite russo, capace di decapitare anche un Transformer".

Niente male per il Pupone, capace, a 36 anni e mezzo, di vivere una seconda giovinezza: al suo attivo, finora, 9 goal e 10 assist, ed un obiettivo, quello di giocare fino a 40 anni, sempre più vicino. La società, dal canto suo, è fermamente intenzionata a rinnovargli il contratto, in scadenza nel 2014, prolungandolo di un'altra stagione.

La firma potrebbe arrivare quest'estate, se non prima. In futuro Totti sarà dirigente, e per cinque anni, con un ingaggio da 3 milioni di euro netti complessivi, come previsto da tempo dal club. Ma in futuro, appunto: perchè adesso nessuno vuole rinunciare ad un campione come lui, per giunta fisicamente integro, nè il diretto interessato sembra minimamente orientato a ritirarsi.

Nell'estate del 2015, dunque tra due anni, si farà il punto della situazione. "Vorrei che fosse Francesco a segnare il primo goal nel nuovo stadio", ha dichiarato di recente il presidente James Pallotta. La prima stagione nel nuovo impianto di proprietà, a Tor di Valle, dovrebbe essere quella del 2017-18: un po' lontanuccia, ma con uno come Totti nulla è proibito.

Sullo stesso argomento