thumbnail Ciao,

Il patron rossonero ha voluto mettere in guardia l'attaccante da alcuni eccessi che spesso lo hanno visto protagonista. Nessun dubbio, invece, sulla coppia col Faraone per l'ad.

Magari ci fosse anche Mario Balotelli, dopodomani contro il Barcellona. E' questo il pensiero della stragrande maggioranza del popolo Milan, che ha assistito ad un avvio super da parte del neorossonero, autore di 4 goal in 3 presenze. In Champions, però, SuperMario non può essere utilizzato, per cui contro i blaugrana la banda Allegri dovrà cavarsela senza di lui.

La speranza del tecnico è quella di recuperare almeno il Faraone, ancora un po' sofferente al ginocchio sinistro. I due giovanotti, ad ogni modo, rappresentano il presente e il futuro del Diavolo: ne è convinto Adriano Galliani, che ieri ha messo a tacere così i sospetti su una loro presunta difficoltà di convivenza. "Balotelli ed El Shaarawy hanno ruoli diversi, Mario non comprime nessuno", ha spiegato l'ad.

Di tono diverso, invece, le dichiarazioni di Silvio Berlusconi, ieri sera a 'Radio Lombardia'. Il patron rossonero ci ha tenuto a mettere in guardia l'ex attaccante del City, soprattutto per quanto riguarda la sfera extracalcistica.

"Speriamo che continui così e che si comporti bene - le parole di Berlusconi - In allenamento e in campo è irreprensibile, poi ogni tanto quando è fuori, forse anche perchè provocato, tende ad esagerare. Noi gli stiamo vicini con affetto e cerchiamo di non farlo più sbagliare".

Dopo il bastone, però, arriva la carota: "Mario, ad ogni modo, è diventato una star. E' uno che ferma il traffico in giro per Milano". Una postilla che metterà sicuramente di buon umore il giocatore, forse un tantino allarmato per la reprimenda presidenziale.

Sullo stesso argomento