thumbnail Ciao,

Il tecnico bianconero non ha digerito il ko contro la Roma, per domani convocazione fissata all'alba e nuova strigliata alla truppa. E i senatori bianconeri sono con lui.

Il pesante ko subito sabato sera contro la Roma non è ancora stato digerito in casa Juventus. A confermarlo è arrivata la convocazione dell'intera truppa bianconera per le otto di domattina in quel di Vinovo, ripresa degli allenamenti fissata da Conte in un orario decisamente insolito per le abitudini bianconere.

Il tecnico salentino infatti, oltre alla prova incolore dell'Olimpico, rimprovera ai giocatori il non essere stati tanto coraggiosi da compiere un passo indietro, ammettendo di non sentirsi pronti ad assicurare corsa e lucidità necessarie anche in quel di Roma, a soli quattro giorni dall'impresa di Glasgow.

Come rivelato infatti dallo stesso Conte, il tecnico sabato mattina ha chiamato uno per uno i suoi ragazzi nella propria camera dell'hotel, quartier generale della Juve nella Capitale, chiedendo a ciascuno se fosse davvero in grado di combattere un'altra battaglia contro i giallorossi. I calciatori, a parole, hanno rassicurato in blocco il mister bianconero la mattina, salvo dimostrare l'esatto opposto sul campo solo qualche ora dopo.

Molti hanno voluto sottolineare l'insensatezza di una tale operazione, dato che difficilmente un giocatore ammetterebbe al proprio tecnico di non sentirsi pronto per scendere in campo. E' tuttavia probabile che Conte, il quale ben conosce la psicologia di un calciatore professionista, abbia con questa mossa voluto responsabilizzare i suoi ragazzi, obbligandoli in qualche modo a dare il massimo anche sul prato dell'Olimpico.

Operazione miseramente fallita questa, fallimento che ha mandato su tutte le furie Conte, tanto da farlo uscire allo scoperto nella conferenza post gara. Post gara durante il quale anche i senatori bianconeri si sono apertamente schierati con l'allenatore, dando vita ad un acceso confronto con i compagni negli spogliatoi: "Se dite all'allenatore che siete pronti, poi dovete dimostrarlo sul campo, coi fatti, sputando sangue, a prescindere dalla bontà della prestazione".

Ieri Conte si è fermato vicino a Siena, con la famiglia, oggi sarà invece a Coverciano per la 'Panchina d'oro'.  Ma, dopo due giorni di assoluto riposo, la ripresa degli allenamenti è fissata per domani alle ore otto, appunto. Orario decisamente inusuale e che lascia trasparire come quella che sta per iniziare sui campi di Vinovo sarà davvero un settimana di passione.

Sullo stesso argomento