thumbnail Ciao,

Montella svela il tris di segreti viola: "Fiorentina, tre punti con reazione, orgoglio e gioco"

Il tecnico dei viola ha parlato dopo il 4-1 con cui la formazione toscana ha battuto l'Inter. "Continuamo a portare avanti il progetto di lavoro. Peccato per il goal subito".

Vincenzo Montella può finalmente sorridere nel 2013. Si è rivista la Fiorentina dello scorso anno contro l'Inter, 4-1 e doppiette di Ljajic e Jovetic. Viola da applausi e Champions League che torna obiettivo primario, con il terzo posto a sole due lunghezze.

"C'è un po' di dispiacere per il goal subito, ma abbiamo avuto una grande risposta dall'ultima partita. Grande partita, contento per la presenza di Della Valle. Grande reazione, orgoglio e gioco. Il presidente è stato sempre vicino per gli obiettivi viola, oggi ci ha detto di continuare a divertirci e fare bene".

Parole del tecnico ex Roma a 'Sky Sport' al termine della gara: "Continuamo a portare avanti il progetto di lavoro. Non ho scambiato parole con Stramaccioni, avrà la forza di andare avanti. Sono in corsa per tre obiettivi, sono in fase di costruzione come noi. Ovvio, ci sono alti e bassi".

Il miglior gesto tecnico di oggi? Montella non sa scegliere: "Sinceramente ce ne son tanti, compreso il quarto goal stupendo di Ljajic. Grande gara, avevamo la sicurezza di poter far bene. Sissoko non in campo da titolare? Abbiamo problemi di abbondanza, siamo contenti".

Ora serve continuità: "Come rendimento interno rispetto a quello esterno c'è grande differenza di risultati. Tante volte abbiamo giocato come oggi, magari senza ottenere un grande punteggio.

Ljajic? Si allena, è quello che mi interessa. Stiamo bene, quando stiamo corti e compatti come oggi facciamo vedere la nostra freschezza atletica. 4-3-3? Jovetic può giocare in diverse posizioni".

Sullo stesso argomento