thumbnail Ciao,

Il centrocampista slovacco, che è sceso in campo nel pomeriggio contro la Sampdoria, è stato, suo malgrado, protagonista anche nel post-partita.

Non è stata una bella giornata per il centrocampista slovacco del Napoli Marek Hamsik. Dopo il pareggio casalingo contro la Sampdoria il giocatore ha avuto un altro contrattempo, ma di diverso genere, appena pochi minuti dopo aver lasciato il San Paolo.

Mentre si trovava sulla sua BMW, diretto verso l'aereoporto, dove avrebbe dovuto andare a prendere la moglie, di ritorno da un viaggio, Hamsik è stato avvicinato da due malviventi che hanno rotto il finestrino dell'auto e che con una pistola gli hanno ordinato di consegnargli l'orologio che aveva al polso.

Chiaramente, per salvaguardare la sua incolumità, Hamsik non ha battuto ciglio e non ha voluto reagire. Subito dopo l'accaduto lo slovacco si è presentato alla polizia per denunciare quanto gli è successo.

Non è la prima volta, da quando indossa la maglia del Napoli, che il giocatore incappa in questi spiacevoli episodi. Nel 2008 la prima rapina, dalle modalità simili, sempre in zona Fuorigrotta. Una anno e mezzo fa, invece, la moglie fu derubata dell'auto.

La sorella del giocatore Miska, nonchè moglie di Gargano, su Twitter ha così commentato: "Che schifo, è già la terza volta".

Sullo stesso argomento