thumbnail Ciao,

Cavani ancora a secco, il Matador non si scompone: "Il mio momento rispecchia quello della squadra, credo ancora allo Scudetto"

Il Matador, a secco per la terza partita consecutiva, non nasconde il momento di appannamento ma sottolinea: "Le pessime condizioni del campo hanno influito sulla prestazione".

Napoli fermato sullo 0-0 dalla Sampdoria, tutto questo proprio nel pomeriggio che avrebbe potuto portare gli azzurri a solo due punti dalla Juventus capolista. Edinson Cavani, ancora una volta a secco, non nasconde il momento di appannamento ma guarda avanti con ottimismo.

"Sicuramente quelli dei tifosi saranno fischi di nervosismo, perchè volevano che raggiungessimo una vittoria importante. Sono convinto che abbiamo fatto un grande secondo tempo, ma il campo non ci ha permesso di fare il nostro solito gioco", spiega Cavani.

Quindi il Matador sottolinea: "Una squadra, come la nostra, che sta lottando per il vertice della classifica non può permettersi un campo così. Non è una scusa, non vogliamo toglierci le responsabilità. Noi puntiamo molto sulle ripartenze. Non conta l'avversario, è un dato di fatto. Si perde un tempo di gioco".

E prosegue: "E' chiaro comunque che il pareggio ci fa andare molto rammaricati a casa. Ogni volta che entriamo in campo siam sicuri delle nostre qualità, ma quando trovi una squadra organizzata ed un campo in pessime condizioni è difficile fare bene".

Poi Cavani si sofferma sul fattore astinenza, e assicura: "Io mi alleno sempre, cerco di curarmi al massimo per essere sempre al top. Non sono preoccupato, vedo il mio momento uguale a quello della squadra. Mi allenerò solo per trovare di nuovo la giusta forma".

Quindi tranquilliza i tifosi sull'ipotesi addio: "Futuro? Sono stato un tipo che non si è mai voluto montare la testa, non sono mai andato oltre quello che stavo facendo. Nel momento in cui si dovrà fare una cosa le squadre verranno e pagheranno ciò che dovranno pagare. Io penso solo al Napoli, perchè quando mi ha voluto ha fatto quello che doveva fare e mi ha preso".

E carica il pubblico partenopeo: "Io credo nello Scudetto. Se oggi avessimo vinto restavamo ancora più lì. Non abbiamo sfruttato le occasioni, ma il campionato italiano è un campionato equilibrato dove se non hai la concentrazione giusta sbagli. Cercheremo ancora di lottare per il sogno tricolore".

Il Matador ha poi rilasciato una breve battuta ai microfoni di 'Mediaset Premium', c'entra il Manchester City di Mancini..."Mancini parla di me da tre anni? Mi fa piacere".

Sullo stesso argomento