thumbnail Ciao,

La Juventus battuta a Roma? Conte se la prende con chi stila i calendari: “L’avevo detto, serve più rispetto per chi gioca in Europa”

Quella dell'Olimpico non è stata una delle migliori Juventus dell'anno: "Quello di oggi è stato un passo indietro dopo averne fatti due aventi nella bolgia di Glasgow".

Una Juventus lontana dai suoi standard abituali, cala alla distanza contro la Roma e alla fine esce sconfitta dall'Olimpico abbattuta da una prodezza di Totti.

Antonio Conte, intervistato ai microfoni di Sky, è tornato a polemizzare sulla decisione di far giocare questa partita di sabato: "L'ho detto in tempi non sospetti, sicuramente non mi ha fatto piacere giocare il sabato contro la Fiorentina, poi il martedì in Champions e poi il sabato contro la Roma, avremmo potuto pagare la stanchezza della partita contro squadre importanti".

Secondo il tecnico bianconero quindi, la Juventus ha pagato i tanti confronti ravvicinati: "Un giorno in più sarebbe servito per riposare, questa è l'unica scusante che posso dare alla squadra. Oggi però non abbiamo giocato da squadra, quando non lo facciamo ci può battere chiunque. Complimenti alla Roma, ma c'è rammarico per quel giorno in più che non abbiamo avuto e che ci avrebbe permesso di essere più freschi. Mi auguro che in futuro ci possa essere più rispetto per una squadra che sta portando l'Italia in Europa. Non abbiamo giocate individuali che ci tolgono le castagne dal fuoco. Ripeto, quando non suoniamo lo stesso spartito succede che stonano tutti".

Quella dell'Olimpico non è stata una delle migliori Juventus dell'anno: "Quello di oggi è stato un passo indietro dopo averne fatti due aventi nella bolgia di Glasgow. Spero che ci possa fare capire che per noi è essenziale giocare da squadra. Ci sarà un modo diverso di dosare le forze dopo che spesso dopo la Champions la squadra fa fatica? Ho detto ai ragazzi che volevo che mi dicessero chi non se la sentiva, chi era un po' stanco. Nessuno si è tirato fuori, tutti mi hanno detto che erano pronti per giocare. Il campo ha dato una risposta negativa e mi dispiace. Forse ho sbagliato io perchè mi sono fidato. Faremo tesoro di quanto successo".

Anche Mazzarri oggi si è lamentato per il calendario dicendo che il suo Napoli avrà anche un giorno in meno per recuperare: "Andate a vedere le ultime tre partite per favore, altrimenti poi uno deve andare a fare polemica con gli altri allenatori. Fate i conti e vedrete chi ha giocato di più. Dovremmo essere privilegiati sia noi che il Napoli".

Sullo stesso argomento