thumbnail Ciao,

Il tecnico dell'Atalanta vuole che la sua squadra, reduce da una vittoria e un pareggio, nella trasferta di Torino confermi il momento positivo e anche un pareggio non sarebbe male

Tre punti per allontanarsi ulteriormente dalla zona retrocessione. Questo è l'obiettivo dell'Atalanta nella trasferta di Torino. Reduce da una vittoria e un pareggio, rispettivamente contro Palermo e Catania, la formazione di Stefano Colantuono è a caccia di una conferma del buon momento che sta vivendo la squadra bergamasca.

"Stiamo cercando continuità e non disdegnerei il pareggio - ha detto il tecnico bergamasco in un'intervista rilasciata a 'TuttoAtalanta.com' - Anche un punto è un risultato positivo e, anche se per poco, può muovere la classifica. Abbiamo sei punti di distacco dalla terz'ultima e non possiamo stare tranquilli. Chi ha qualche punto di vantaggio ha un pizzico di tranquillità in più".

Sulla formazione da schierare contro i granata Colantuono non rivela molto... "Non so ancora dove giocherà Giorgi - ha detto - Livaja? Si è allenato molto bene questa settimana con noi, così come Moralez. Quest'ultimo, anche nel periodo di non brillantezza, si è sempre impegnato con professionalità. Onestamente ho ancora dei dubbi e voglio prendermi altro tempo per decidere. L'unica certezza è che tra i quattro centrocampisti che abbiamo ne giocheranno tre, perché almeno uno dovrà stare in panchina, per ogni tipo di evenienza".

"Credo questa partita sia più difficile della trasferta di Palermo - ha detto ancora Colantuono - Perché è una squadra che in questo campionato ha fatto meglio dei rosanero. Inoltre possono contare su uno degli esterni più forti in Italia, e cioè Cerci. La gara d'andata? Va presa come un esempio. In quella partita dall'1-2 in poi è uscita dal campo. Nel primo tempo siamo riusciti a contenerli abbastanza bene e la prestazione secondo me c'è stata, anche se solo per una parte della gara".

Sullo stesso argomento