thumbnail Ciao,

Lo Special One aveva detto nel post-partita di Real Madrid- Man United che il vero dramma sarebbe stato vedere Zanetti con la maglia del Milan, e non Balotelli.

Goal e frecciatine. Balotelli a tutto tondo. Super Mario trascina il Milan e non vuole che altri parlino di lui, nemmeno quando l'altro in questione è Josè Mourinho. Lo Special One aveva detto dopo la partita in Champions del suo Real Madrid, che il vero dramma sarebbe stato vedere Zanetti con la maglia del Milan, e non Balotelli.

La risposta di Super Mario non si è fatta attendere: "Ha ragione Mourinho, ma non so perché parla di me. Dovrebbe pensare a giocare la Champions con la sua squadra, che è forte", dichiara ai microfoni di 'Premium Calcio' nel post-gara col Parma.

Poi ha parlato dei suoi obiettivi in rossonero: "Sono un attaccante che gioca come gli altri attaccanti, e in questo momento sto facendo gol. Sono arrivato qua per puntare al primo posto, adesso è difficile, quasi impossibile, ma noi dobbiamo puntare a essere primi, non a superare l’Inter".

E con il Barcellona ci sarà lo stesso, anche se non in campo: "Con il Barça sarà una grande partita e sarò vicino ai miei compagni, cercherò di dare loro un aiuto restando vicino alla squadra".

Niente da dire invece a Coda, che gli ha lasciato un'unghiata in faccia: "Il segno sulla guancia? Chiedetelo all’arbitro", ha tagliato corto il bomber milanista

Sullo stesso argomento