thumbnail Ciao,

L'ex attaccante del Napoli sta lottando contro il gravissimo male che lo ha colpito, il linfoma di Hodgkin. Dal direttore dell'ospedale l'invito a rispettare il suo dramma.

E' la partita più dura per Carmelo Imbriani, ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale di Perugia. L'ex attaccante del Napoli, nonchè allenatore del Benevento, sta lottando contro un terribile male chiamato linfoma di Hodgkin. Nella serata di ieri si era diffusa la notizia, per fortuna falsa, del suo decesso. Adesso dal nosocomio umbro arriva una richiesta di silenzio attorno alla vicenda.

"C'è bisogno di rispetto e di attenzione", ha sottolineato il direttore della struttura, il professor Brunangelo Falini. "Ogni persona che soffre in un letto d'ospedale merita rispetto", ha aggiunto Franco Chianelli, fondatore del comitato per la vita Daniele Chianelli.

Imbriani, che domenica scorsa ha compiuto 37 anni, non vuole arrendersi di fronte alla grave malattia che lo ha colpito. L'intero mondo del calcio italiano attende con ansia la notizia più bella, e cioè che Carmelo ce l'abbia fatta a vincere la sua partita.

"Imbriani non mollare", il grido di battaglia comparso su magliette e striscioni, sui campi di calcio e sugli spalti degli stadi. Non resta che attendere, col fiato sospeso.

Sullo stesso argomento