thumbnail Ciao,

L'attaccante francese non nasconde di aver stretto un legame fraterno con Mario Balotelli: "Già lo conoscevo, mi dà tanti consigli anche su come affrontare le critiche".

Insieme a Mario Balotelli e Stephan El Shaarawy compone il tridente d'attacco tutto cresta del Milan. E proprio dell'ex bomber del Manchester City ha voluto parlare Mbaye Niang.

“Mario lo conoscevo già da quando lui giocava a Manchester perché abbiamo un amico in comune - rivela al 'Corriere della Sera' -. È’ un fratello, io sto sempre con lui: anche in campo abbiamo feeling. Mi dà consigli, mi spiega che qui non è come a Caen perché se commetto errori tutti ne parlano".

C'era la possibilità inglese per lui: "Potevo finire in Premier perché mi cercavano l'Everton e l'Arsenal ma quando ho saputo che i dirigenti del Milan mi volevano ho preso subito la mia decisione. E poi Galliani è venuto di persona a chiudere la trattativa, non l'ha fatto per tutti i giocatori che ha preso: devo ripagare la fiducia".

Il giovane attaccante francese non ha ancora timbrato il cartellino in campionato e medita uno scherzetto ai cugini dell'Inter: "Il primo goal? L'ho tenuto per il derby, speriamo”.

Sullo stesso argomento