thumbnail Ciao,

L'incidente alla testa ha fortificato ancor di più il romeno: "Pensavo di smettere, ma bisogna impegnarsi per vincere le difficoltà e mostrare il proprio valore".

Gli ostacoli vanno affrontati di petto. E' questa la filosofia di vita di Christian Chivu, che ai microfoni di 'Inter Channel' ha raccontanto come ha vissuto il brutto infortunio alla testa, il recupero e la voglia di riprendersi il posto da titolare nell'Inter nonostante gli scetticismi generali.

"Dopo l'incidente avuto alla testa pensai di mollare il calcio, ma la mia vita da calciatore è cambiata... - ha detto - Ogni giorno devi dimostrare il tuo valore, nessuno ha pazienza".

Una pazienza che il difensore romeno non ha intenzione di perdere: "Se ci sono difficoltà, non c'è una ricetta, bisogna impegnarsi e basta: più critiano, più io voglio giocare, ad esempio. Vado d'accordo con Stramaccioni, lavoro sempre, non mi lamento, non faccio capricci, voglio solo far tacere chi mi dà del raccomandato".


Sullo stesso argomento