thumbnail Ciao,

Il difensore uruguyano ha parlato del suo stato di forma e del modulo: "Io sto benissimo, decide il mister se farmi giocare. Dove mi vuole lui io gioco, l'importante è fare bene".

Doveva prendere la pesante eredità di Maicon, ma fino ad oggi Alvaro Pereira non è riuscito ancora ad entusiasmare i tifosi dell'Inter. Il valore del difensore uruguyano è indiscutibile, e proprio per questo lui stesso è convinto di poter tornare a esprimersi ad alti livelli.

"Io sto benissimo, ho detto che il Pereira del Porto dovevate ancora vederlo - ha detto in conferenza stampa - . Non mi piace fare paragoni, mi sono adattato bene, sono tranquillo e aspetto la decisione del mister se vuole farmi giocare o meno. L'importante è lavorare per la squadra e fare bene".

Il modulo per il 'Palito' non è un problema: "Per le mie caratteristiche posso giocare indietro e avanti, poi decide l'allenatore. Con tre dietro gioco nell'uruguay e ho fatto tante partite all'Inter. Dove mi vuole il mister io gioco".

Domani, intanto, arriva il Cluj per una sfida non come le altre: "E' stata la mia prima squadra europea e sempre avrò un grande ricordo. Ho lasciato compagni e amici in Romania, per me sarà una partita speciale".

Ultima battuta su Laxalt (neo acquisto dell'Inter), del quale Pereira parla più che altro per aspettative: "L'ho visto nel Sub-20, ha fatto un grande campionato. Però non lo conosco bene, ha iniziato ora a giocare ma credo sia molto buono".

Sullo stesso argomento