thumbnail Ciao,

Bicchiere mezzo pieno per i clivensi sconfitti in casa dell'Inter: "Abbiamo giocato una buona gara contro i nerazzurri, ora pensiamo alla salvezza".

In casa Chievo nonostante la sconfitta di San Siro contro l’Inter regna un cauto ottimismo. La prestazione contro i nerazzurri ha mostrato una squadra viva che fino al termine della stagione potrà dire la sua. Come dire, la salvezza non sembra un’impresa proibitiva.

Lo s’intuisce anche dalle parole dei protagonisti rilasciate al termine del posticipo domenicale. Marco Andreolli ai microfoni di Sky Sport: “Oggi quello conta è pensare alla salvezza del Chievo, abbiamo fatto una discreta partita contro una squadra forte come l’Inter”. Poi sulle voci che lo accostano proprio ai nerazzurri taglia corto: “Non so, per adesso per solo alla salvezza del Chievo”.

Dello stesso avviso Francesco Acerbi, tornato a San Siro dopo aver vestito la maglia del Milan: “L’Inter non era la solita squadra fortissima, l'ho visto subito, ma concedendogli quei due goal gli abbiamo reso le cose più semplici, servirà più cattiveria in futuro”.

Infine sul fatto che con i rossoneri non ha mai convinto, il difensore clivense ammette: “Al Milan ho trascorso sei mesi formativi e belli, ma son stato anche sfortunato e non ci stavo di testa, adesso è un'altra storia, ora penso solo al Chievo”.

Sullo stesso argomento