thumbnail Ciao,

Due rigori non fischiati contro i friulani hanno mandato su tutte le furie il gruppo granata: nel mirino la direzione di gara del fischietto di Livorno.

Lunedi nero in casa Torino. All’indomani della sconfitta di Udine non si placano le polemiche per via di un arbitraggio tutt’altro che obiettivo. Al centro della polemiche finisce l'operato dell’arbitro Banti, colpevole secondo i granata, di aver diretto la gara a senso unico.

Sono due gli episodi che hanno mandato su tutte le furie i granata: un fallo nei confronti di Santana e un’entrata irregolare di Benatia su Glik. Due rigori non fischiati che hanno fatto saltare i nervi al ds Gianluca Petrachi.

Dalle pagine di 'Tuttosport', il dirigente granata ha ammesso: “Ciò che ci mortifica di più al di là degli episodi che sono nettissimi, è la conduzione generale. Il problema vero è che non si tratta della prima volta. Spesso ci siamo ritrovati in situazioni simili, a dover recriminare”. Come dire, se fosse stato solo un episodio avremmo evitato di parlare.

Poi lo stesso direttore sportivo preferisce voltare subito pagina: "Nessun vittimismo da parte del Torino, sia ben chiaro. Però ciò che stona è che sia stata premiata la distruzione del gioco. Abbiamo subito una quantità notevole di falli non fischiati. Sono cose che onestamente fanno sobbalzare. Ma ora bisogna andare avanti".

Dello stesso avviso anche Santana che precisa: “Non ho visto bene l’intervento su Glik, ma posso parlare a ragion veduta per quanto concerne il fallo che hanno fatto a me: era rigore netto, non c’è altro da aggiungere. Detto ciò, non cerchiamo alibi. Abbiamo perso punto e basta. E non è nostra intenzione alimentare polemiche: risponderemo sul campo nella prossima partita”.

 

 

Sullo stesso argomento