thumbnail Ciao,

Parapiglia nel finale di Sampdoria-Roma con il centrale argentino a bisbigliare qualcosa nei confronti del tecnico blucerchiato che reagisce con il dito medio: "Se provocano...".

Delio Rossi protesta per un fallo di Pjanic nel finale, Burdisso passa vicino alla panchina del tecnico sampdoriano e sibila qualcosa. Ricostruzioni che stanno cercando di far luce sul dito medio sfoggiato dall'allenatore nei confronti del difensore giallorosso.

"Siediti, testa di caz.." avrebbe detto l'ex centrale dell'Inter al mister della Sampdoria. Parapiglia, espulsione, fischi a profusione dei tifosi blucerchiati. Rossi, ampiamente criticato per l'episodio di Ljajic nello scorso campionato, ci ricasca. Anche se a sbagliare è stato anche Burdisso.

La federazione vuole ridurre a zero gestacci come quello dell'allenatore Samp. Come accaduto a Mandorlini qualche settimana fa: corna ai tifosi, una giornata e multa di 2000 euro (più altra ammenda e l'imposizione di ribadire nelle interviste pre e post gara di altre 7 partite di credere nei valori sportivi).

"Se non mi provocano io non reagisco, non è mai successo - ha spiegato Delio Rossi nel post-partita -. Semplicemente io porto rispetto per tutti, non ho mai insultato nessuno, non ho mai parlato male di un collega o di un giocatore, non mi sono mai aggrappato a un episodio per spiegare una sconfitta".

Su Delio Rossi rischia di pesare, a livello disciplinare, anche il celebre episodio della lite con Ljajic dello scorso anno, episodio che ha macchiato in modo irrimediabile la sua 'fedina calcistica'.

Anche Daniele De Rossi c'è andato giù duro nel post-partita: "Arrivassi a 60 anni così mi farei delle domande, anche perché lui non è nuovo a episodi simili, spesso è andato fuori dalle righe. È imbarazzante, una scena patetica. E poi anche incitare i tifosi mentre usciva dal campo...".

Sullo stesso argomento