thumbnail Ciao,

Durante la gara col Chievo si sono sentiti chiaramente gli ululati rivolti da alcuni sostenitori nerazzurri nei confronti del milanista. Che li rivedrà presto: il 24 c'è il derby.

La solita inciviltà in salsa italiana. Stavolta, l'ennesimo capitolo va in scena a San Siro. Dove i tifosi dell'Inter, che non perdonano a Mario Balotelli la scelta di vestire la maglia del Milan, hanno deciso di prendere di mira il loro ex attaccante a suon di cori, insulti e, purtroppo, ululati razzisti.

Durante la gara contro il Chievo, precisamente nel finale del primo tempo, alcuni sostenitori nerazzurri non sono stati teneri con l'ex attaccante del Manchester City. Gli hanno rivolto un 'saluto': "Balotelli figlio di p...", e poi, come se tutte le parole spese da più parti contro il razzismo fossero andate a farsi benedire, hanno fatto il verso della scimmia.

Domani si attende quindi la decisione da parte del Giudice Sportivo Tosel, anche se con ogni probabilità l'ammenda per l'Inter si ridurrà a poche migliaia di euro. Per quanto riguarda Balotelli, che oggi è andato in rete a Cagliari, il reincontro con i suoi ex tifosi avverrà presto: il 24 febbraio, tra due settimane, c'è il derby di ritorno tra nerazzurri e rossoneri.

Sempre in relazione alla gara col Chievo, inoltre, la Curva Nord dell'Inter ha esposto uno striscione chiaro: "Società e squadra avanti con il progetto ma non mancateci di rispetto". Un modo per esprimere la propria scontentezza per il modesto campionato nerazzurro. Civilmente, almeno in questo caso.

Sullo stesso argomento