thumbnail Ciao,

Il direttore sportivo dei rosanero dopo il pareggio casalingo contro il Pescara: "Meglio sbagliare per fare, piuttosto che sbagliare non facendo..."

Al termine della gara pareggiata 1-1 contro il Pescara al 'Barbera' il direttore sportivo del Palermo Giorgio Perinetti, ai microfoni di 'Rai Sport', è tornato sui motivi che lo hanno spinto a rispondere con un sì alla nuova chiamata di Zamparini: "Sono tornato con l'obiettivo di ricompattare un gruppo, composto da giocatori che hanno bisogno di una guida societaria in grado di rimettere la situazione sui giusti binari. Meglio sbagliare per fare, piuttosto che sbagliare non facendo".

Secondo Perinetti la prima del Palermo targato Malesani non è stata poi così deludente: "Ci siamo sbloccati nel secondo tempo, creando molto, benché ci mancassero giocatori di grande personalità tecnica e propositività come Miccoli e Ilicic".

La tifoseria rosanero però ha proseguito nella constestazione contro società e giocatori: "Il pubblico non ha mi visuto questa situazione con Zamparini alla presidenza - spiega il direttore sportivo del club siciliano - è comprensibile che rivogliano il Palermo che si aspettano".

Sullo stesso argomento