thumbnail Ciao,

Il tecnico giudica positivamente la prestazione dei suoi, nonostante la sconfitta, e si appella agli episodi contrari. Sul rigore conteso: "Non so perchè abbia tirato Osvaldo".

La prima Roma di Aurelio Andreazzoli non è stata di certo fortunata. A Marassi, al cospetto di un'ottima Sampdoria, per i giallorossi è arrivata una rovinosa sconfitta, aggravata dal caso rigore (che Osvaldo ha 'scippato' a Totti, per giunta sbagliandolo) e dalle tensioni nel finale di gara. Ma il nuovo tecnico, designato come traghettatore fino a fine stagione, non ha visto una squadra così brutta quest'oggi.

"Abbiamo disputato un'ottima partita, i miei hanno fatto tutto quello che potevano - le parole di Andreazzoli a Sky - Oggi gli episodi ci sono stati contrari, ma è un fatto naturale, tutte le partite sono così. Goal annullato? Era regolare, mentre nel primo tempo l'arbitro ha visto benissimo su Pjanic".

Non può mancare un commento sul rigore fallito da Osvaldo: "Il rigorista è sempre stato Totti negli ultimi vent'anni. Non so perchè abbia tirato Daniel". Il tecnico non vede però in questo il sintomo di una presunta anarchia nello spogliatoio: "Non bisogna ragionare così, può anche darsi che Totti e Osvaldo si siano accordati tra loro. E' stato un episodio importante, ma la partita non è stata tutta lì".

Andreazzoli si è dovuto travestire da psicologo, anche se per ora non si sono visti i frutti di questo suo lavoro: "Abbiamo cercato di lavorare sull'autostima. La classifica è quella che è, l'ambiente non è soddisfatto, giustamente, e i calciatori ne risentono".

Tatticamente ci sono stati molti cambiamenti: "Abbiamo pensato che fosse questo il sistema giusto per noi, e credo che i ragazzi lo abbiano interpretato nella maniera giusta. Abbiamo cercato di puntare sulla forza e sulle nostre qualità tecniche, purtroppo il risultato di oggi ci ha detto male e ovviamente non ci soddisfa".

Alle notizie negative giunte dal campo se n'è aggiunta subito un'altra: Leandro Castan ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio sinistro e dovrebbe star fuori per le prossime 2-3 settimane. Dunque niente Juve per il centrale brasiliano: un'altra tegola per mister Andreazzoli.

Sullo stesso argomento