thumbnail Ciao,

Il giocatore è stato sottoposto ad ablazione giovedì dopo il trasferimento da Catanzaro a Milano. "Ora sta meglio, si saprà tra un mese e mezzo se potrà ancora giocare".

Un problema cardiaco scoperto all'improvviso, quindi l'operazione e una carriera a rischio. Felice Natalino, classe 1992, soffre di una forte aritmia cardiaca. Promessa dell'Inter, due settimane fa si è sentito male ed è stato portato in ospedale per cure urgenti.

Giovedì l'ablazione posticipata di qualche giorno in quel di Milano, dove era stato trasferito da Catanzaro. Più tranquillità per la sua famiglia, meno per il proseguimento nel mondo del calcio. Che in questo caso conta poco o niente rispetto alla paura dei familiari a fine gennaio.

Natalino aveva già giocato in Champions contro il Werder brema, totalizzando anche due presenze in campionato. Poi la cessione in prestito a Verona e Crotone ed il ritorno nerazzurro. Domani il giocatore tornerà in Calabria, a casa, ora che il peggio è passato.

"I medici ci hanno riferito che bisognerà aspettare il regolare decorso, circa un mese e mezzo, per sapere se Felice potrà tornare a giocare. Se potrà farlo, comunque, non avverrà prima di 4 o 5 mesi. Quello che conta è che mio figlio sta bene e ne siamo felici".

Parole di Pasquale, il padre, riportate dalla 'Gazzetta dello Sport'. "Sta meglio, già mercoledì non ha voluto perdere un minuto della gara dell'Under 21 e della Nazionale di Prandelli impegnata in Olanda. La nostra gioia è vederlo in salute, il resto poi si vedrà".

Sullo stesso argomento