thumbnail Ciao,

Il patron biancoceleste ironizza poi sul goal di Campagnaro: "Hanno giocato con 4 punte, ma alla fine ha segnato un difensore. Se tirasse altre 10 volte non segnerebbe...".

La Lazio non disprezza il punto maturato nel big match dell'Olimpico contro il Napoli, ma ha anche un po' di rammarico per qualche occasione non sfruttata adeguatamente, come sottolinea nel post partita, ai microfoni di 'SKy Sport', il presidente biancoceleste Claudio Lotito.

"Avremmo meritato la vittoria, ma fa parte del gioco, ci sono sempre i fattori imponderabili. - ha affermato - Non abbiamo sfruttato le tante occasioni che abbiamo avuto. Abbiamo avuto otto occasioni per segnare, Floccari ha preso il palo interno nella prima frazione. Nella ripresa abbiamo colpito una traversa, sono cose che capitano nel calcio. Purtroppo doveva andare così...".

Il numero uno del club capitolino ha poi ironizzato su come è arrivato il goal del Napoli. "Hanno giocato con 4 punte ma poi ha segnato un difensore. Campagnaro se tira altre 10 volte non prenderà mai la porta...".

Secondo Lotito anche l'infortunio dopo pochi minuti di Mauri ha condizionato l'andamento della partita. "Siamo stati molto penalizzati anche dall'infortunio di Mauri, - ha sottolineato il presidente - è lui il giocatore che dà il fosforo alla nostra squadra e che guida le ripartenze".

A chi osserva che la Lazio sul mercato invernale si è mossa poco, Lotito controbatte: "Abbiamo agito sul mercato, sono arrivati quattro calciatori a gennaio più Perea, che arriverà a luglio, e Felipe Anderson, il brasiliano con cui stiamo definendo gli ultimi dettagli. Siamo tra i club che hanno speso di più. Il problema è un altro, la Lazio deve acquisire la mentalità vincente: abbiamo perso contro le piccole, contro le big possiamo competere almeno alla pari".

"Secondo me a questa squadra non mancano i giocatori, - ha concluso Lotito - ma manca un po' di cinismo. Spero di potergliela trasmettere nel corso del tempo".

Sullo stesso argomento