thumbnail Ciao,

Conferenza stampa di vigilia per il tecnico granata: tanti elogi per la formazione di Guidolin, ma l'ex mister di Cagliari e Lecce sa di poter far bene in Friuli.

Impegno duro per il Torino di Giampiero Ventura quello di domani. I granata, infatti, andranno in Friuli a giocare contro l'Udinese di Francesco Guidolin. Non ci sarà Bianchi, che non ha recuperato pienamente alla botta subita qualche giorno fa. Ogbonna convocato, ma giocherà Rodriguez.

"Rispetto alla partita di andata sono cambiate molte cose, ad esempio ci sarà Muriel in attacco. Per noi anche è cambiato molto, sono passati diversi mesi in cui abbiamo acquisito consapevolezza. Loro hanno ripreso a macinare gioco e a fare risultati".

Parole del tecnico torinese in conferenza stampa: "Quella di domani è una verifica importante, contro una squadra che in casa gioca in modo aggressivo ed intenso. Noi non andiamo là per fare risultato, ma per fare una prestazione che ci permetta di fare risultato".

"Ogni partita è difficile, poi a seconda della squadra la difficoltà dipende da un aspetto pittosto che da un altro" si legge sul sito ufficiale del Toro. "Se iniziamo a parlare di ambizioni prima di raggiungere l'obiettivo è un errore. Noi invece stiamo portando avanti un discorso di crescita".

Elogi per gli avversari: "Di Udine ho ricordi molto belli, con loro abbiamo avuto sempre ottimi rapporti. Hanno capito che i risultati arrivano attraverso la programmazione e l'hanno messa in atto. C'è un discorso di struttura, obiettivi e crescita. Anche loro ogni tanto sbagliano, ma la strada che percorrono è quella corretta a mio avviso. Come da noi".

Sullo stesso argomento