thumbnail Ciao,

L'allenatore dei ducali chiede ai suoi una reazione nel 'lunch match' di domani: "Visto che veniamo da due sconfitte consecutive, rappresenta una tappa importante".

Mettersi alle spalle le due sconfitte consecutive e tornare a correre. E' questo ciò che chiede Roberto Donadoni al suo Parma nel 'lunch match' di domani contro il Genoa. Il tecnico dei ducali invita la squadra a ritrovare quelle componenti che le hanno permesso di portarsi a ridosso della zona Europa.

"Troviamo un avversario affamato di punti, che ha rinnovato molto la sua rosa e noi vogliamo cogliere un risultato positivo che sia anche però abbinato ad una prestazione di spessore - ha detto in conferenza stampa - L'importante per noi è entrare in campo con uno spirito combattivo. Dobbiamo ritrovare concentrazione e atteggiamenti che abbiamo un po' perso ultimamente e la cui mancanza si è rivelata determinante".

"Quella di domani è una tappa che ha un risvolto importante visto che veniamo da due sconfitte - ha proseguito Donadoni - Non si deve però commettere l’errore di pensare a tutti i costi ai tre punti, la cosa fondamentale è pensare alla prestazione. Dobbiamo avere la pazienza giusta, essere bravi anche nel muoverci senza palla e a proporci continuamente in chiave offensiva con tutta la squadra".

Infine, il tecnico fa il punto sulla situazione infermeria: "Mirante ha avuto un intervento meno invasivo del previsto e penso che tra due-tre settimane possa essere a disposizione. Mariga è a buon punto, non è al top. E’ un giocatore comunque su cui faccio affidamento. Ninis ha lavorato bene, è un’alternativa. Galloppa? E' tornato ad allenarsi con il gruppo, ha grande volontà. Ci sono però tempi fisiologici, ci vuole la giusta cautela Comunque nel giro di un mese credo che potrà allenarsi con la squadra al 100%".

Sullo stesso argomento