thumbnail Ciao,

Alessio Giuffrida si è appellato al Tribunale della città perché la gara tra i rossoblu e il Milan non si disputi a Quartu. Tra poche ore l'esito del ricorso.

C'era da aspettarselo, ed in effetti le voci che giravano ieri pomeriggio facevano pensare che la questione Is Arenas non potesse considerarsi chiusa. Proprio così: il prefetto di Cagliari, Alessio Giuffrida, ha presentato ricorso contro la decisione del Tar di Cagliari di far disputare a Quartu il match tra i rossoblu e il Milan.

La gara, prevista per domani alle 15, nonostante l'ok del Tribunale e la firma del sindaco Contini potrebbe quindi non disputarsi. Non ritenendo l'impianto quartese idoneo ad accogliere i tifosi milanisti, Giuffrida ha fatto ricorso presso lo stesso ente, che già oggi pomeriggio si pronuncerà sul caso. 

L'ennesimo capitolo, dunque, di una saga che va avanti dallo scorso settembre, quando il match tra Cagliari e Roma non si disputò e ai capitolini venne assegnato il 3-0 a tavolino. E che negli ultimi giorni ha conosciuto il proprio apice, con la gara col Milan spostata all'Olimpico di Torino e poi riportata a Quartu.

E pensare che dalle colonne del 'Corriere dello Sport' il presidente di Lega Maurizio Beretta aveva espresso la propria soddisfazione per la decisione di giocare a Quartu. "Ci siamo adoperati per cercare una soluzione condivisa, e anche il Milan ha tenuto un atteggiamento collaborativo. Ma dobbiamo trovare una soluzione condivisa, ci lavoreremo nella prossima settimana".

Invece, la partita non era ancora chiusa. Soltanto oggi pomeriggio si conoscerà il destino di una sfida che, a poco più di 24 ore dalla sua disputa, non ha ancora una casa certa. E se Giuffrida prevarrà, non è escluso, ed è anzi probabile, che la partita possa non giocarsi nemmeno, con tanti saluti alla regolarità del campionato.


Sullo stesso argomento