thumbnail Ciao,

Oggi la finale per il terzo e quarto posto della Coppa d'Africa, poi il maliano sarà a disposizione di Montella: "So cosa vuole da me. Mi eccita l'idea di giocare con Jovetic".

Finalmente, ecco Momo Sissoko. Oggi la finale per il terzo e quarto posto di Coppa d'Africa, da lunedì a disposizione di Montella. Anche se lui avrebbe preferito arrivare alla Fiorentina, da campione d'Africa col suo Mali. E invece non sarà così, perché la Nigeria in semifinale si è dimostrata nettamente superiore e buonanotte.

"Non conosco i dettagli - dice il neo centrocampista viola, intervistato dalla 'Gazzetta dello Sport' - ma tra qualche ora la nazionale passerà in secondo piano e penserò solo alla Fiorentina. Non ho ancora parlato con Montella, ma il mio procuratore si è fatto spiegare per filo e per segno quali siano le sue necessità". 

"Appena si è presentata l'opportunità viola ho detto di sì, perché volevo giocare - continua il maliano - A Parigi lo facevo pochissimo. Il Psg è un grande club, ma il mio spazio in squadra, anche a causa di un infortunio, era diventato misero".

Sissoko torna in Italia dopo un anno e mezzo dalla fine dell'esperienza alla Juve. "In serie A mi sono trovato bene, per cui sono felice di tornarci. E sono doppiamente soddisfatto di approdare alla Fiorentina, che è una squadra sulla bocca di tutti per il gioco che sta esprimendo".

Che obiettivi si pone il gigante d'ebano? "La Fiorentina ha tanti giocatori di qualità, e penso di poterci stare anch'io in mezzo. Sono eccitato dall'idea di giocare con Jovetic. Dobbiamo puntare alla Champions, mi pare evidente".

Sullo stesso argomento