thumbnail Ciao,

Il sindaco di Quartu Sant'Elena ha elogiato il Milan per la disponibiiltà a voler giocare a Is Arenas nonostante la prima decisione della Lega di spostare la gara a Torino.

Si può tirare un sospiro di sollievo nell'ambiente Cagliari, con anche l'ufficialità della Lega Serie A riguardo la disputa del match fra i rossoblù e il Milan nello stadio 'Is Arenas' di Quartu Sant'Elena, a seguito della sentenza del Tar che ha annullato la disposizione del Prefetto di Cagliari che aveva invece dato l'inagibilità per ragioni di ordine pubblico. E tira un sospiro di sollievo anche il sindaco della cittadina dell'interland cagliaritano in cui sorge l'impianto, Mauro Contini, che intervistato da MilanNews.it, ha detto la sua sulla vicenda.

"In questo caso mi trovo nella veste di esecutore dopo la sentenza del TAR - ha spiegato il primo cittadino della terza città più popolata della Sardegna - Devo dire che gli appelli che ho lanciato sono serviti a qualcosa. Il Milan? Devo dire grazie alla grande disponibilità, sensibilità e sportività del Milan che non ha mai precluso la possibilità di giocare a Quartu. Mi risulta che la società rossonera non abbia mai disdetto le prenotazioni necessarie per arrivare in Sardegna. Questa è una prova di disponibilità e correttezza che non abbiamo riscontrato in un paio di circostanze". Il riferimento, sembra evidente, è alla Juventus, contro cui il Cagliari venne costretto a giocare sul neutro di Parma.

Nell'ambiente cagliaritano si è rimasti sorpresi sulla decisione del Prefetto, anche perchè non aveva avuto da ridire sulla disputa di Cagliari-Napoli, altra big la cui tifoseria non ha rapporti particolarmete idilliaci coi supporters rossoblù... "Qui la tifoseria è molto composta - ha detto il sindaco Contini - L'esempio di Cagliari-Napoli è quello di una partita vissuta come una festa, Le immagini di quella sfida dove anche dopo la sconfitta del Cagliari c'è stato un bel clima, senza nessun disordine, mostrano come si possa giocare all'Is Arenas".

"Il punto - ha proseguito Contini - è che ci sono degli ordini preposti partita per partita, come negli altri stadi, con la differenza che altrove, dove hanno anch'essi problemi di agibilità, vengono concesse deroghe annuali, mentre qui partita dopo partita. Nel caso specifico Cagliari-Napoli in prevendita furono acquistate solo una decina di biglietti, mentre riguardo il Milan si sa che in Sardegna ci sono ben 15 club dedicati ai rossoneri, perciò ci si attendeva una partecipazione importante. Questo ha fatto sì che gli organizzatori abbiano valutato la cosa inidonea".

Sullo stesso argomento