thumbnail Ciao,

L'estremo difensore è arrivato in Sicilia dopo gli anni clivensi: "Contro il Pescara è uno scontro diretto, bisogna iniziare a vincere" evidenzia in vista della prossima sfida.

Stefano Sorrentino. O meglio uno dei portieri più sottovalutati della Serie A. Decisivo per la salvezza del Chievo nelle ultime stagioni, l'estremo difensore è stato ceduto al Palermo nel calciomercato invernale 2013. Ora i rosanero sono ultimi in classifica.

Pentito della scelta? L'ex clivense non vuole nemmeno sentire tale insinuazione: "Assolutamente no, più le cose si fanno difficili, più io mi ci butto dentro e mi impegno".

Gasperini è saltato, ora c'è Malesani: "Non l'ho mai prima come allenatore ma ci sta dando serenità, così come Perinetti, anche se è stato Lo Monaco a volermi fortemente in Sicilia. Dispiace per la contestazione a Zamparini, il presidente mi sembra una bravissima persona".

Nella prossima sfida serono punti pesanti: "Come ha fatto il Cagliari con la Roma, dobbiamo iniziare a farne anche noi. La classifica bisogna guardarla per rendersi conto dove siamo. Il Palermo è stato sempre nella parte sinistra, ora invece siamo ultimi a destra. Quello con il Pescara è uno scontro diretto, bisogna iniziare a vincere".

Verona è il passato: "Ringrazierò sempre i gialloblù, ma da due anni chiedevo di andare via. Mi avevano assicurato che a Bologna sarebbe stata la mia ultima partita, Corini sapeva bene questa cosa, invece così mi hanno fatto passare per la mela marcia".

Sullo stesso argomento