thumbnail Ciao,

Il vice presidente del Milan è a Milanello per assistere all'amichevole dei rossoneri: con l'occasione si è intrattenuto per un breve colloquio con 'Supermario'.

Dopo l'ormai famigerato 'mela marcia' del presidentissimo Silvio Berlusconi, l'ultima gaffe in casa Milan è quella pronunciata dal fratello Paolo, vice presidente del club, che ha definito Mario Balotelli 'negretto della famiglia' nella chiusura di un comizio elettorale a Monza.

Lo stesso Paolo Berlusconi è arrivato oggi a Milanello per assistere all'amichevole tra i rossoneri e la formazione del Sant'Angelo. Con l'occasione si è intrattenuto per un breve colloquio con 'Supermario', rientrato a Milanello per l'allenamento di oggi dopo l'amichevole sostenuta ieri sera con la nazionale azzurra in Olanda.

Oggetto della chiacchierata è stato l'appellativo rivolto al centravanti ex City, con conseguente chiarimento delle due parti, così come confermato dallo stesso Paolo Berlusconi ai microfoni di Milan Channel: "Avevo un impegno a Varese e quindi ne ho approfittato per venire qui a Milanello. Ho parlato con Balotelli ma in realtà non ce ne sarebbe stato bisogno visto che è un ragazzo intelligente. Aveva già capito che la mia era una frase affettuosa che ha dato vita ad uno stupido tormentone mediatico. Chiudiamo questa vicenda, Mario mi ha detto che non c'era nemmeno bisogno di dire altro".

Paolo Berlusconi ha anche parlato dell'ottimo periodo che sta attraversando il Milan: "Peccato per la traversa di Niang con l'Udinese, sarebbe potuta arrivare una vittoria con meno polemiche. Stiamo però migliorando e la cosa positiva è che mandiamo tanti giovani in campo. Peccato esser partiti così male, ma adesso tanti giocatori ci stanno dando belle soddisfazioni".


Sullo stesso argomento