thumbnail Ciao,

L'allenatore del Catania continua ad invocare una sola cosa: la salvezza matematica prima di tutto, "solamente dopo potremo pensare di porci nuovi obiettivi".

Il Catania continua a macinare punti e primati. Non bastavano le quattro lunghezze e le tre reti di vantaggio sulla squadra dell’anno scorso, che stracciò il record di punti e goal fatti a fine campionato. La squadra rossazzurra, da qui alla fine del torneo, vuole continuare a stupire.

Rolando Maran, dal canto suo, preferisce però restare con i piedi per terra: “La mia esperienza in questo club è iniziata nel migliore dei modi – ha spiegato al sito della Lega di Serie A – ma sappiamo benissimo che c’è ancora molto lavoro da fare. La nostra priorità è quella di agguantare la salvezza matematica il prima possibile, solamente dopo potremo pensare di porci nuovi obiettivi”.

Questa società mi ha messo a disposizione organizzazione e professionalità, e questa è un’ottima base per poter lavorare – ha proseguito il tecnico etneo – ora stiamo incastrando tutti i pezzi al posto giusto per poter coltivare qualcosa di importante in ottica futura”.

Ma c’è spazio anche per un po’ di analisi tecnica: “Quando ero calciatore i miei allenatori mi hanno sempre incoraggiato ad allenare ed ora eccomi qua. Sono uno che cerca sempre di adattarsi alle caratteristiche della rosa e al tipo di competizione, e stavolta ho optato per un 4-3-3, che a volte può mutare in 3-5-2, ma fondamentalmente ho insistito sul modulo con cui i giocatori già avevano familiarità”.

Sullo stesso argomento