thumbnail Ciao,

Conferenza stampa di presentazione per il classe 1981, arrivato al Diavolo nello scambio che ha visto Mesbah e Strasser approdare a Parma: "Mi farò trovare pronto".

A trentun anni, per Cristian Zaccardo, arriva la grande occasione. Ha vinto in Germania con la maglia del Wolfsburg, ha trionfato nel 2006 con la casacca azzurra ai mondiali tedeschi. Una grande squadra in Serie A non era ancora giunta, fino al calciomercato invernale.

Mesbah a Parma insieme a Strasser, al Milan lui, pronto a mettere in difficoltà Allegri per una maglia da titolare d'ora in avanti. Bologna, Spezia, Palermo nella sua carriera, che ora prende una nuova direzione, tutta color rossonero.

"Sensazioni molto positive qui, ho trovato un bel gruppo e una squadra forte. La classifica è migliorata, siamo a tre punti dal terzo posto e abbiamo preso l'Inter" le prime dichiarazioni del giocatore nella conferenza stampa di presentazione. "Mi sto integrando col gruppo, conoscevo alcuni compagni".

Ora sta a lui: "Io sono pronto, mi farò trovare pronto quando mister Allegri mi chiamerà in causa. Abbiamo rosicchiato tanti punti a chi ci stava davanti, vogliamo arrivare al Derby contro i nerazzurri dopo aver vinto tutte e gare che ci separano dalla stracittadina".

"Io a Parma stavo bene e non contro voglia. Poi è arrivata questa chance e abbiamo deciso insieme di separarci, ho anche rinunciato ad un anno di contratto. Donadoni è uno molto pignolo che cura molto i dettagli, esattamente come Allegri".

E' il Milan delle creste: "Mario fa grandi giocate anche in allenamento e può essere molto utile. Penso che abbiamo il reparto offensivo più forte d'Italia. El Shaarawy è velocissimo, Niang giovane e forte, ci sono anche Pazzini, Bojan e Robinho...".



Sullo stesso argomento