thumbnail Ciao,

I bianconeri sono attesi da trenta giorni di fuoco, si comincia sabato contro la Fiorentina, poi Celtic e Roma. Big match con il Napoli prima del ritorno di Champions.

La Juventus si gioca tutto in un mese, dalla Fiorentina al Celtic, dentro o fuori. I bianconeri aspettano questo febbraio decisivo per capire quante siano le possibilità che il sogno di un fantastico double possa trasformarsi in realtà.

Si parte sabato contro i viola, da affrontare facendo ancora fronte ad una mini-emergenza di formazione. Sicuramente out i lungodegenti Chiellini, Pepe e Bendtner, difficile anche il recupero di Marchisio. Asamoah è ancora impegnato in Coppa d'Africa, e con ogni probabilità non ci sarà neppure Bonucci, che dovrebbe scontare l'ultimo turno di squalifica dopo i fattacci post-Genoa.

Martedì poi si vola a Glasgow per l'andata degli ottavi di Champions League, appuntamento che agita le notti bianconere ormai da mesi. Per quella gara Conte spera di recuperare sia Giovinco che il Principino, e tifa Burkina Faso.

Nel caso in cui infatti il Ghana dovesse essere eliminato oggi dalla Coppa d'Africa, Asamoah potrebbe rientrare prima del previsto e magari essere già disponibile per la gara del 'Celtic Park', nonostante la finalina per il terzo posto sia in programma sabato infatti la federazione africana potrebbe decidere di liberare l'esterno, mettendolo a disposizione del tecnico juventino.

Obiettivo Champions dunque, senza però dimenticare il campionato. Tra sette giorni infatti i bianconeri saranno attesi dalla bolgia dell'Olimpico giallorosso, pronto a intralciare il cammino di Madama sulla strada del bis tricolore. Per non parlare di quel Napoli che aspetta la Juve al San Paolo l'1 marzo, a pochi giorni dal ritorno di Coppa in programma a Torino.

Periodo intenso insomma per la Vecchia Signora, che in questa settimana deve anche vedersela con i tanti giocatori volati via con le proprie nazionali. L'unico reparto al gran completo in quel di Vinovo è infatti l'attacco. A Vucinic, Matri, Quagliarella e Anelka si è aggiunto Sebastian Giovinco, rientrato da Coverciano perché sofferente alla coscia. La punta ieri era già presente nel centro sportivo bianconero, benché la contusione rimediata contro il Chievo imponga ancora un giorno di riposo. Difficile che venga rischiato contro la Fiorentina.

Sullo stesso argomento