thumbnail Ciao,

Il procuratore del giovane attaccante messosi in luce al Sub 20: "A giugno valuteremo il suo futuro"

Il 'gioiellino' Paul Pogba è sempre più maturo e non è un caso che Antonio Conte lo utilizzi sempre di più nella sua Juventus.

Anche le sanzioni interne ricevute per i ritardi agli allenamenti sono ormai alle spalle, e sull'argomento torna adesso il giovane centrocampista francese: "I ritardi? Mancanza di comprensione: io arrivavo in orario, ma non era quello l'orario giusto... E' successo due volte. Ora sono il primo ad arrivare, così non sono più in ritardo. Con l'Udinese posso aver fatto dei bei goal, ma una carriera non si gioca su due bei goal, bisogna confermarsi".

"Sorpreso di giocare così tanto a Torino? Sì e no - ha detto Pogba dal ritiro della Francia Under 20, come riportato da 'Tuttosport' - è ciò che volevo. Ho lasciato Manchester per giocare, è ciò che succede alla Juve. La Nazionale maggiore? Non sono deluso di non essere stato chiamato. Se Deschamps pensa che non sia pronto, non è grave. Continuerò a giocare, se poi dovrà chiamarmi, mi chiamerà...".

Ed a proposito di giovani talenti accostati alla Juventus, dal Sudamerica arrivano le parole di Alejandro Santiesteban, procuratore dell'attaccante cileno Nicolas Castillo, messosi in grande evidenza al Sub 20 appena concluso: "L'unica offerta che ho ricevuto per Nicolas è arrivata dallo Standard Liegi, che ha contattato l'Universidad Catolica, ma le richieste del club cileno sono state molto elevate. Ci sono anche alcuni club italiani interessati. A giugno valuteremo il suo futuro...".

Sullo stesso argomento