thumbnail Ciao,

Soltanto una volta nel passato del Milan un giocatore era riuscito ad insaccare una doppietta decisiva per la vittoria all'esordio, Balotelli ha già incantato i tifosi rossoneri.

L'esordio di Mario Balotelli con la maglia del Milan è di quelli che si ricordano. Una doppietta, per di più decisiva, alla prima assoluta l'aveva siglata soltanto Giancarlo Danova nella storia rossonera. E adesso il paragone con il suo predecessore Zlatan Ibrahimovic viene naturale.

Come riportato sulle pagine della 'Gazzetta dello Sport', soltanto cinque giocatori nella storia del 'Diavolo' erano riusciti nell'impresa di segnare una doppietta all'esordio: Angelo Bollano, Renzo Burini, Juan Alberto Schiaffino, Dejan Savicevic e Giancarlo Danova detto 'Pantera', ma solo quella di quest'ultimo era risultata decisiva ai fini del risultato (0-2 alla Sampdoria il 16 febbraio 1958).

Inoltre va sottolineato un dato statistico importante: domenica sera 'Supermario' ha insaccato il decimo rigore della sua carriera su dieci, una percentuale che notifica la totale precisione e freddezza di un ragazzo che in campo non sembra affatto avere 22 anni.

Intanto il manager del giocatore Mino Raiola non pone limiti al proprio assistito, come riporta il 'Corriere dello Sport': "Mi chiedete se Balotelli è felice, ma se non è felice lui chi dovrebbe esserlo? Ha realizzato un sogno? Lui dice così... Mario ha tanti sogni e cambiano anche velocemente. Credo che il sogno di voler arrivare al Milan l'abbia sempre avuto. Mi mandava gli sms con scritto “Milan, Milan, Milan...”. Adesso al Milan ci è arrivato, ma sa che arrivare al Milan non è sufficiente".

Il paragone con Ibrahimovic ora non sembra più utopia: "Adesso deve diventare uno dei giocatori più forti al mondo. Come Ibrahimovic? Si, proprio come Ibra. Se lui vuole può vincere questa sfida, se lui vuole può diventare forte come Ibra o anche di più... Non è facile, perché per me Ibra è il giocatore più forte che abbia mai visto, in assoluto, più di Messi, più di tutti, è il mio giocatore ideale. E’ anche una persona splendida, con un carattere vincente. Se Mario vuole far questo mi fa felice. Anche se in verità farebbe felice se stesso, oltre a Galliani e Berlusconi".

Nel frattempo Balotelli sembra intenzionato ad accasarsi nell'ex villa di Crespo, a Limido Comasco, a 5 km da Appiano Gentile. La notizia curiosa è che nella stessa villa ci abità anche Rafa Benitez, il tecnico che lascio partire proprio 'Supermario' dall'Inter.

Sullo stesso argomento