thumbnail Ciao,

L'ex difensore giallorosso, ora impegnato con la nazionale russa come assistente di Capello, ha fatto sapere di gradire particolarmente una chiamata per la panchina della Roma.

La Roma vuole ripartire per ricostruire un nuovo progetto dopo il fallimento di Zeman, la caccia al nuovo allenatore è ufficialmente aperta. La panchina giallorossa è stata momentaneamente affidata ad Andreazzoli, ma la dirigenza è in cerca di una figura più carismatica e rappresentativa per iniziare un nuovo percorso.

Come riportato sul 'Corriere dello Sport', l'ex difensore Christian Panucci ha fatto sapere di essere già stato contattato, mettendo però in chiaro le condizioni per il suo ritorno: "C’è stata una telefonata. Mi è stata chiesta la disponibilità a tornare alla Roma. Il resto però è privato, non lo dico. Vado in panchina con Capello, che mi sta insegnando tantissimo, e in Russia sto bene. Se mi arrivasse la proposta per allenare la Roma sarebbe un conto, altrimenti rimarrei qui".

Panucci fa sapere di essere molto motivato da questa nuova eventuale avventura: "Sicuramente Fabio dovrebbe darmi l’autorizzazione... Ma di questo discuteremo a tempo debito. Non mi spaventa l’idea. E’ anzi uno stimolo poter guidare questa squadra, che ha tanta qualità. L’esperienza di studiare Capello, che è il miglior allenatore del mondo, vale più di tante altre avventure. Totti e De Rossi? Sono grandi amici. Ma quando si va a cena. Quando si lavora, l’importante è andare dritti al sodo. Senza se e senza ma".

Nel frattempo Andreazzoli ha chiesto alla società un mese di tempo per rimettere in carreggiata la squadra. La sensazione è che se i risultati gli daranno ragione potrebbe arrivare la conferma, altrimenti si punterà dritto su Panucci, anche se non è ancora ben chiaro il ruolo che l'ex difensore di Monaco, Milan e Real Madrid dovrebbe ricoprire.

Sullo stesso argomento