thumbnail Ciao,

L'ex tecnico giallorosso crede comunque nelle capacità del suo ex collaboratore Andreazzoli: "Ha tutte le potenzialità per fare bene, è una grande persona e un grande allenatore".

La crisi della Roma, culminata con l'esonero di Zdenek Zeman, non ha di certo fatto piacere all'ex tecnico giallorosso, oggi alla guida dello Zenit, Luciano Spalletti. L'allenatore toscano ha commentato il momento difficile della società capitolina ai microfoni della trasmissione 'Undici' su 'Mediaset Italia 2'.

"Mi spiace molto, - ha affermato Spalletti - perché a inizio anno mi era piaciuta la scelta della società di puntare su Zeman. Peccato, anche perché aveva la squadra giusta, con ottime capacità".

Spalletti scommette però sul suo ex collaboratore Aurelio Andreazzoli, cui è stata affidata pe ril momento la squadra. "Ha tutte le capacità e le possibilità per far bene. - ha assicurato - E' una grandissima persona e un grande allenatore".

"La difficoltà di Roma è saper entrare nello spogliatoio, - ha spiegato - ma lui si presenta con un ottimo biglietto da visita: decise di rifiutare il mio invito a venire a San Pietroburgo per restare a Roma. Vuole bene a quei colori, a quella citta', ha dentro di seé lo spirito giallorosso".

Quanto all'ipotesi di un suo ritorno alla guida dei giallorossi, Spalletti glissa: "Anch'io voglio bene a Roma e alla Roma, ma ora non posso tornare", ha dichiarato.

Sullo stesso argomento