thumbnail Ciao,

Il francese non è di certo un bomber di razza e la rete segnata nell'amara sconfitta di domenica contro la Juventus sarà un ricordo non del tutto negativo per la punta scaligera.

Cyril Théréau, attaccante del Chievo Verona, ha analizzato la partita di campionato persa contro la Juventus nel lunch match di domenica scorsa. La sua quarta rete stagionale non è bastata agli scaligeri per rimontare un incontro pregiudicato già nella prima frazione di gara, ma il francese di dice soddisfatto della sua prova.

Sono contento di aver segnato contro una squadra della caratura della Juventus - si legge sulle pagine del quotidiano veneto ‘L’Arena’ - E, soprattutto, al più forte portiere al mondo. Avevamo contro la squadra più forte della Serie A, ma secondo me ci siamo opposti bene, la nostra è una buona rosa e stiamo facendo di tutto per raggiungere la salvezza il prima possibile”.

Nonostante l’entusiasmo, le cose non sono andate come avrebbe voluto. “Purtroppo nel primo tempo abbiamo concesso tantissimo, dopo la vittoria all’Olimpico c’era molta voglia di fare nello spogliatoio ma una volta entrati in campo siamo stati troppo timidi. Non abbiamo pressato quanto avremmo dovuto, sembrava di giocare in undici contro tredici, avevano sempre un uomo libero a cui dare la palla”.

Al duplice fischio è 0-2 al Bentegodi, ma ci sono ancora 45 minuti da giocare. “Quando siamo ritornati in campo abbiamo trovato il giusto equilibrio e abbiamo saputo creare occasioni importanti. Io ero libero di svariare su tutto il fronte offensivo, un tipo di gioco che adoro fare, mentre nella prima parte non ho trovato spazi, poi sono rientrato più concentrato in campo”. Ma alla fine non è bastato a evitare la sconfitta.

Sullo stesso argomento