thumbnail Ciao,

Il tecnico sottolinea i progressi dei suoi, che ultimamente stanno raccogliendo "molto meno di quanto meritato". Sugli arbitri italiani: "Sono tra i più bravi al mondo".

"Ieri abbiamo disputato una grande partita, per noi sono tre punti meritati". All'indomani della vittoria colta ai danni dell'Inter, Beppe Iachini è ancora euforico. Il Siena, a suo dire, sta crescendo molto e continuando così potrà dare tante soddisfazioni ai tifosi.

"Negli ultimi tempi - sottolinea il tecnico, ospite del vertice organizzato dalla Figc tra arbitri, allenatori e capitani di A - stiamo giocando molto bene e finora abbiamo raccolto molto meno di quanto meritato. I ragazzi sono stati bravissimi a concentrarsi sul lavoro e a non farsi condizionare dalle vicissitudini esterne".

La squadra, secondo Iachini, ha "la mentalità giusta per lottare per la salvezza. E' difficile, ci vorranno grande attenzione, organizzazione di gioco, volontà e applicazione. Oggi le percentuali di salvezza della nostra squadra sono molto basse, ma possiamo cambiarle".

Non manca un giudizio sulla classe arbitrale, perennemente messa in discussione nell'ambiente calcistico: "Gli arbitri italiani sono tra i più bravi al mondo. Sono preparati fisicamente, lavorano molto dal punto di vista tecnico e sulla tattica. Poi il fatto di poter sbagliare o valutare in modo erroneo fa parte del gioco. Se ci sono molte polemiche in più è perchè ci sono molte più telecamere che in un certo senso mettono in risalto più di prima eventuali decisioni sbagliate".

Dopo Juve-Genoa, Marotta ebbe da ridire sulla provenienza geografica dell'arbitro Guida. Ecco il commento sulla questione da parte di Iachini, all'insegna della cautela: "Starà agli organi competenti del calcio trovare una soluzione a questo problema e capire se bisognerà tenere conto della provenienza degli arbitri nelle designazioni o meno".

Sullo stesso argomento