thumbnail Ciao,

Udinese ko con la beffa finale, Guidolin non fa polemica: "Cose che succedono, ma avremmo meritato di tornare a casa col pareggio"

L'allenatore bianconero ha comunque voluto elogiare la sua squadra per quanto fatto vedere in campo, soprattutto nella ripresa.

L'Udinese di Guidolin torna a casa da San Siro con nessun punto a causa del calcio di rigore concesso dall'abitro Valeri a tempo scaduto per un presunto fallo di Heurtaux su El Shaarawy. Il tecnico friulano, ai microfoni di Sky Sport, non vuole però alimentare alcuna polemica e prende la sconfitta con filosofia.

"Nella mia vita di allenatore non è neanche la prima volta, perchè sono venuto qui a Milano con squadre meno forti rispetto ad Inter e Milan, che accadono cose del genere, sono cose che possono succedere. Non serve neanche rivederlo, dalla panchina ho visto che non era affatto rigore. Avremmo meritato di lasciare Milano con un punto in tasca, andiamo a casa un po' rammaricati. Così come sbagliamo noi, sbagliano anche gli arbitri, smettiamola qua".

Poi si è parlato nello specifico della partita: "Nel primo tempo il Milan ha fatto meglio di noi, gli abbiamo concesso molte ripartenze. Però abbiam sempre cercato di giocare con personalità, coraggio e spirito, anche se spesso abbiamo lasciato la corsia libera per Abate. Siamo arrivati al pareggio ed abbiamo avuto anche delle situazioni per fare male al Milan, che era un po' sulle gambe".

Un applauso poi al lavoro che sta svolgendo il suo collega Allegri: "Il Milan la considero una delle più belle realtà del nostro campionato. E' una squadra giovane con tanti giovani che ha un bel modo di giocare, merito delle idee di Allegri. Noi torniamo a casa e da martedì ricominceremo la nostra settimana di lavoro per essere pronti per la prossima domenica".

La speranza di Guidolin sono i suoi molti giovani: "Allan? E' un ragazzo del '91, così come molti altri. E' un ragazzo interessante, ha fatto vedere di poter restare in prima squadra da protagonista. Speriamo di poter crescere bene con questi ragazzi. Per fare i punti qualche volta ti può riuscire di vincere con una giocata, ma domenica dopo domenica quello che cerchiamo è sempre una buona prestazione".

Sullo stesso argomento