thumbnail Ciao,

Il Milan aggancerà i cugini in caso di vittoria contro l'Udinese nel posticipo di stanotte. Grazie alla sconfitta della Lazio il terzo posto è comunque sempre a -3.

L'Inter non riesce proprio a carburare, a dare continuità. Nuova sconfitta esterna per i nerazzurri nella giornata di oggi, a far festa stavolta è il Siena di Beppe Iachini: 3-1 firmato Emeghara-Sestu-Rosina, per la compagine milanese in goal Cassano.

"Io e i miei ragazzi non abbiamo intenzione di mollare. Il gruppo è compatto e viaggiamo tutti verso un unico obiettivo" le dichiarazioni di Andrea Stramaccioni ai microfoni di 'Sky Sport' al termine della gara. Posto Champions sempre più difficile.

Il Milan, tra l'altro, aggancerà i cugini in caso di vittoria contro l'Udinese nel posticipo di stanotte: la fortuna nerazzurra è comunque la sconfitta della Lazio, che fa rimanere il terzo posto a tre punti di distanza.

Shcelotto, Kuzmanovic e Kovacic impalpabili: "Lasciamo stare i tre acquisti, non mi sembra il caso poi di parlare di singoli. Hanno fatto pochissimi allenamenti e non sono giudicabili".

"Non mi è mai piaciuto trovare alibi e mai li troverò, è una brutta sconfitta e basta, ma grazie a questo strano campionato siamo ancora lì"
aggiunge il giovane tecnico. "Io per primo ci metto la faccia ma sono convinto che possiamo arrivare lo stesso a centrare il nostro obiettivo".

Il sospetto rigore su Cassano? Il primo gol loro in fuorigioco? Strama vuole guardare avanti: "Gli episodi influenzano, certo, ma voglio andare oltre. L'ultimo rigore che ricordo comunque è quello contro la Samp, era fine ottobre... Comunque oggi non eravamo neanche partiti male, quando abbiamo pareggiato ero convinto che l'inerzia potesse girare, poi però col goal di Sestu abbiamo accusato il colpo".

Sullo stesso argomento