thumbnail Ciao,

Nell'anticipo di Torino i blucerchiati escono indenni dallo scontro salvezza contro i granata e portano a casa un buon punto per la propria classifica.

In questa stagione la trasferta a Torino porta bene alla Sampdoria. Infatti dopo l’impresa allo 'Juventus Stadium' anche all’Olimpico la squadra di Delio Rossi riesce a strappare un risultato positivo.

Contro i granata finisce a reti bianche a conseguenza di una gara a tratti noiosa in cui i blucerchiati sono stati attenti e concentrati nella fase difensiva ma meno propositivi e brillanti in quella di attacco. La Samp ha rischiato qualcosa nella fase centrale della prima frazione dove sono stati bravi Romero e Gastaldello a neutralizzare le occasioni degli avversari. Per il resto tanti sbadigli e poche emozioni che permettono tuttavia ai blucerchiati di fare un passettino in avanti verso la salvezza.

COSA VA - E’ il gruppo la nota positiva del pomeriggio doriano. Unito e compatto per tutti i novanta minuti ha coperto bene gli spazi difendendosi con ordine. Ha giocato con cuore, grinta e determinazione limitando al minimo i pericoli davanti alla porta di Romero.

COSA NON VA - Premesso che il pareggio a Torino è ben accetto e che la squadra di Ventura non è certamente il Pescara visto domenica scorsa a Marassi, dai blucerchiati ci si aspettava qualcosa di più nella fase di attacco. Si è visto un atteggiamento troppo rinunciatario e sono state molte le difficoltà nella costruzione del gioco e nel creare le occasioni per mettere in difficoltà i granata.

TOP & FLOP - Ancora una volta merita di essere segnalata la prestazione di Palombo. Seppure in non perfette condizioni fisiche, riesce a fornire un’altra prova davvero convincente al centro della difesa. Insieme a lui capitan Gastaldello che oltre a salvare il risultato anticipando Glik su azione da calcio d’angolo nel primo tempo, si dimostra sempre attento e concentrato.

Male invece il reparto avanzato. Sia Icardi che Eder non riescono né a creare pericoli davanti alla porta di Gillet né nelle ripartenze a fare salire e rifiatare la squadra.

CONSIGLI PER IL MISTER - Dal mercato di gennaio non sono arrivate grosse novità in grado di aumentare la forza e le qualità di questo gruppo. Se Sansone potrà essere utile come alternativa ad Eder, per Rodriguez ci vorrà certamente del tempo per ambientarsi e per entrare nei meccanismi del gioco doriano. Per quanto riguarda gli esterni quindi il mister non avrà a disposizione nuove soluzioni da utilizzare. Dovrà continuare a lavorare con i ragazzi che ha cercando di recuperare e tirare fuori il massimo da tutti, compreso chi finora non ha convinto. Sarà un compito non facile ma per arrivare al traguardo della salvezza occorre che tutti siano utili alla causa.

FUTURO - Archiviate le tre gare contro dirette concorrenti per la permanenza nella massima serie, ora nelle prossime due i blucerchiati se la dovranno vedere con avversari, Roma e Napoli, che sulla carta sono certamente più forti. Domenica a Marassi arriveranno i giallorossi che dopo l’esonero di Zeman vorranno riscattare le ultime pessime prestazioni. La Samp dovrà quindi preparasi ed attrezzarsi al meglio per affrontare un avversario che seppur in un momento di difficoltà ha giocatori di alto valore, tecnica e qualità. Davanti al proprio pubblico i blucerchiati dovranno continuare, come chiede il mister, a non mollare di un millimetro, a lottare come leoni contro chiunque ci si trovi di fronte. Servono ancora tanti punti per arrivare al proprio traguardo e non si può quindi né perdere né sprecare nessuna occasione per conquistarli.

Sullo stesso argomento